Lavorazioni terreno

Prepariamo la culla per ogni seme

logo_berardi_giardini_simbolo

Arginatura e fresatura

La fresatura del terreno consiste nello sminuzzare e rimescolare gli strati superficiali del terreno utilizzando degli appositi macchinari dotati di dischi rotativi e discissori.


La profondità massima raggiunta dalla fresatura è di 20 centimetri, mentre la zona da fresare può essere ampia o ristretta, seguendo le dimensioni del nostro terreno o la parte che vogliamo lavorare.


Con la fresatura si riducono quindi la quantità e la grandezza delle zolle, che con l’andare del tempo diventano sempre più compatte e rendono difficoltosa la penetrazione delle radici.
Inoltre, fresando il terreno si eliminano alcuni tipi di erbe infestanti, si rimescolano i residui delle colture precedenti al terreno, trasformandoli così in concime organico, e il terreno viene rimestato al meglio.

Aratura

L’aratura è una tecnica volta alla creazione di un ambiente fisico favorevole e ospitale per le piante che verranno successivamente seminate. Fra i vari benefici apportati
da questa lavorazione, è dovere indicare senza dubbio il miglioramento delle proprietà fisiche, chimiche e biologiche del terreno. L’aratura favorisce l’aerazione del suolo,
indispensabile agli elementi nutritivi, e previene fenomeni di ristagno in caso di forti precipitazioni. Da annotare inoltre, l’effetto di contenimento delle piante infestanti.
 
L’aratura è la prima fase della preparazione del terreno: essendo che lo disgrega, rendendolo meno compatto, le operazioni successive sono facilitate.

Disossatura terreni

in agricoltura, è una lavorazione che prevede la lavorazione del terreno compatto mediante una serie di tagli verticali, che a seconda delle caratteristiche meccaniche del suolo possono o meno produrre lo sgretolamento delle zolle, L’azione di sgretolamento nei terreni esibisce degli effetti positivi, in particolare per il miglioramento del drenaggio idrico.

Rullatura

La Rullatura del terreno consiste nella lavorazione del terreno mediante rulli che provocano la frantumazione delle zolle e della crosta superficiale, la rullatura del terreno è una pratica agricola molto comune e che permette una perfetta sistemazione superficiale del suolo così facendo si favorisce il corretto funzionamento di numerose macchine agricole e aiuta la circolazione dell’acqua nel substrato terroso.


La rullatura del terreno viene eseguita, a seconda dei casi, prima dell’aratura o prima dell’erpicatura o prima della semina.


• minore macro-porosità
• minore contenuto in aria
• scambi gassosi più lenti
• maggiore contenuto di CO2
• minore permeabilità

Erpicatura

L’erpicatura è la seconda fase della preparazione del terreno: si tratta di una lavorazione del suolo che permette di spianarlo e sminuzzarlo in modo da rompere l’eventuale
crosta superficiale ed eliminare le piante infestanti. L’operazione di rifinitura precede la semina ed è considerata complementare all’aratura e può anche essere atta all’interrare semenza, concimi ed erbicidi. Le macchine impiegate in questa operazione prendono il nome di erpici.

Discatura

La Discatura del terreno consiste nel raffinamento del terreno che può essere fatto tramite appunto una semplice discatura (con erpice a dischi o erpici rotanti) con una profondità di penetrazione dagli 8-15 cm. Circa.


Subito dopo, si procede alla semina. La raffinazione del terreno e la semina possono essere realizzate in due momenti diversi (a distanza di poche ore) oppure nello stesso momento.

Assolcatura

Minima lavorazione

in agronomia la minima lavorazione, o il minimum tillage, indica alcune tecniche di gestione del suolo basate sull’adozione di lavorazioni che preparano il letto di semina con un minor numero di passaggi, riducendo di molto i tempi e i costi delle lavorazioni e migliorando la fertilità del terreno.

Diserbo

Per eliminare o per lo meno contenere la diffusione di piante infestanti, è necessaria la pratica del diserbo. Le erbe infestanti non sono solo un difetto estetico ma potrebbero
provocare effetti negativi quali la diminuzione della luce e dello spazio, la sottrazione di sostanze nutritive e l’assorbimento di acqua. Essendo inoltre piante resistenti,
condizioni avverse potrebbero addirittura favorirle, causando invece la morte delle nostre colture. Per prevenire questi problemi, è importante mantenere pulito il terreno,
evitando letame non maturo e prediligendo impianti di irrigazione con filtro a rete.

Conoscerci

UN'AZIENDA CHE AMA L'AGRICOLTURA

… Puntare alla comprensione delle singole necessità dei clienti in modo da adattare al meglio i nostri servizi è la nostra MISSIONE…

Contattaci per avere specifiche sui nostri servizi, consigli dai nostri esperti e tempi di intervento.

+39 0321/1851906

berardigiardini@gmail.com